Mai Chau

MAI CHAU

Mai chauSi trova nel coure di una bellissima vallata, che è tutto un altro mondo rispetto alla frenesia di Hanoi. La zona è molto bella, è la maggior parte della popolazioni appartiente all’etnia dei Thai bianchi, apparentala alla lontana con tribù che vivono in Thailandia, Laos e Cina.Mai Chau è uno dei luoghi più vicuni a Hanoi per visitare un vero villaggio di montagnards. Altri motive di interesse qui son oil pernottamento in una delle case su palafitte dei Thai, fare una bella passeggiata nella valle attraverso I campi di risco e il trekking con escursioni ai villaggi popolati dalle minoranze etniche.ca nhac ruou canAvete l’occasione di contattare con le popolazioni del posto con una notte presso una famiglia locale. La sera, potete vedere uno spettacolo di danza e musica tradizionale dei Thai e Dao (Yao), bevendo il « Ruou Can » specie d’alcool fatto a base di riso delle montagne. Sara’ veramente uno dei ricordi piu’ belli del viaggio in Vietnam.

Dien Bien Phu

Dien BIen Phu è una città nel nord-ovest del Viet Nam. È il capoluogo della provincia di Dien Bien, ed è conosciuta per gli eventi accaduti durante la Guerra d’Indocina, conosciuti come Battaglia di Dien Bien Phu, durante la quale la regione fu un importante granaio dei Viet Minh. Dien Bien Phu, situata nella vallata a forma di cuore chiamata Muong Thang vicino al confine con il Laos, è uno dei luoghi più remoti del Vietnam. Le pareti della vallata sono coperte da una fitta foresta e la zona è abitata da alcune tribù autoctone, come i Tay e i Hmong. Dien Bien Phu fu il teatro di quello che è un evento piuttosto raro, e cioè una battaglia rivelatasi decisiva ai fini della vittoria in una guerra: nel 1954 le truppe dei Viet Minh sconfissero la guarnigione francese dopo un assedio di 57 giorni, costringendo il governo francese ad abbandonare i suoi propositi di ristabilire un dominio coloniale sull’Indocina. Un piccolo museo indica il luogo in cui avvenne la battaglia, a monito della determinazione del popolo vietnamita di liberarsi dal giogo coloniale. Si può raggiungere Dien Bien Phu in aereo da Hanoi, ma in tal modo non si ammirano le bellezze paesaggistiche della zona. Gli autobus però sono solitamente troppo affollati per consentire ai passeggeri di godere del panorama, per cui la soluzione migliore è affittare una jeep. Da Hanoi, 420 km di distanza, impiegherete due giorni.

La pagoda dei profumi

LA PAGOGA DEI PROFUMI

Situato a circa 70 km al sud-est di Hanoi, la Pagoda dei profumi, luogo di preghiera per buddisti è un complesso di pagode scavate nella montagne di Huong Tich detta anche Montagna della Fragrante Traccia. Lo scenario e’ paragonabile alla baia di Halong sebbene ci si trova su di un fiume piuttosto che sul mare. Arrivati a My Duc (a circa due ore dalla capitale), si sale a bordo di una piccola imbarcazione a remi, quasi sempre guidata da una donna che in un’ora, un’ora e mezzo, conduce attraverso il fiume ai piedi della montagna.

Ninh Binh – Baia di Halong terrestre

Tam Coc

Tam Coc, soppranominato “Baia di Halong terrestre”, la zona di Tam Coc vanta scenari magnifici. Mentre alla Baia di Hlong la frastagliate formazione rocciose emergono dal mare, qui svettano verso il cielo da una distesa di vegetazione.

Kenh Ga

Si trova a 21 k da Ninh Binh nei pressi per il Parco Nazionale di Cuc Phuong. Sono pitoni calcarei che sorgono nel bel mezzo delle risaie e che porta, a giusto titolo, il nome di « Baia d’Along terrestre ». Kenh Ga situato nel bel mezzo di una regione inodata durante tutto l’anno. Questa è zona molto bella è uno dei posti migliori oltre al Delta Mekong per osservare l’ambiente fluviale, con il piu’ lo scenario di straodinarie formazioni di roccia calcarea. Gi abitanti del posto trascorono gran parte del loro tempo sull’acqua, impegnati ad accudire gli allevamenti ittici galleggianti.

Hoa Lu

Hoa LuHoa Lu si trova in una regione molto importante (montagne, campi di riso, campi di riso) ed è presente un particolare interesse storico: fu la capitale del Vietnam sotto la dinastia Dinh (968 -980) e i punti di forza di questo sito è ora i due santuari dei re Le e Dinh che contano circa un migliaio di anni ciascuno, sono davvero le architetture uniche del Vietnam.

La cathedrale in pietra di Phat Diem

Situata a 30 km da Ninh Binh, la grande cattedrale di Phat Diem di stile sino-vietnamita ( metà pagoda, metà cattedrale ), costruita nel 1865 è un importante luogo di pellegrinaggio per i cattolici. Questa località religiosa è considerata come un capolavoro dell’architettura vietnamita. Sul sagrato si può ammirare la tomba di padre Sei fondatore della costruzione.

La padoda di Bai Dinh : Questa è la più grande pagoda del Vietnam.

Parco nazionale di Cuc Phuong

Parco nazionale di Cuc PhuongIstituito nel 1962, il parco nazionale di Cuc Phuong è la riserva naturale più importante del Vietnam. Cuc Phuong, a 140 km da Hanoi, consiste di 222 kmq di foresta tropicale primaria e ospita un’incredibile varietà di animali, tra cui il reso e il cervo maculato, e 320 specie di uccelli. Nel parco vi sono anche numerose grotte, una delle quali fu luogo di ritrovamento di utensili preistorici. Ancora più bello è però il parco che si trova sull’Isola di Cat Ba, 30 km a est di Haiphong, caratterizzato dalla varietà di ecosistemi, tra cui foreste tropicali sempreverdi, vegetazione di palude, mangrovie, laghi d’acqua dolce, cascate, grotte e caverne, spiagge sabbiose e barriere coralline al largo della costa. Nel parco s’incontrano scimmie, cinghiali, cervi, scoiattoli e porcospini, mentre le acque intorno all’isola sono popolate da pesci, molluschi, crostacei, anatre, oche e piveri. Si spera che il progetto di creare altri parchi nazionali venga in futuro portato avanti.

Sapa

Sapa

Posta a un’altitudine di 1600 m in una zona remota degli Altipiani nord-occidentali, Sapa lascia senza parole la maggior parte di coloro che la visitano. Stazione climatica costruita dai francesi nel 1922, è stata recentemente riscoperta dopo un periodo di lungo declino. Sempre più turisti vi si recano affrontando strade sconnesse per godere del suo clima mite (anche se freddo in inverno) e per conoscere le usanze delle minoranze etnico-linguistiche (per lo più Hmong, Dao e Kinh) che vivono nei dintorni della città. Il mercato che si tiene il sabato è sicuramente il luogo migliore per acquistare souvenir e manufatti.

Potrebbe essere difficile pernottare a Sapa, soprattutto durante il fine settimana quando vi giungono i viaggi organizzati. A soli 9 km dalla città si trova il Fansipan (3143 m), la montagna più alta del Vietnam. Per scalarla e tornare indietro ci vogliono circa 4 giorni, e non è possibile farlo senza una guida e la necessaria attrezzatura perché il clima può essere freddo e piovoso. Da Hanoi si può prendere un treno fino a Lao Cai, a 30 km da Sapa, e poi raggiungere la città in autobus.

Da vedere a Sapa :

Il mercato di Sapa

Il monte di Ham Rong

Il villagio di Cat Cat

I villagi di Lao Chai, Ta Van

Il Villagio di Ban Ho

Il monte di Fansipan

 

Bac Ha

Bac Ha

Bac Ha si trova ad una altitudine di 1500 m ed è conosciuta come il paese dei H’Mong Multicolori. Questa piccola città costruita su un’isolata pianura di montagna al Nordest di Lao Cai, è molto famosa per il suo mercato multicolore della domenica. Quindi le varie etnie delle montagne che si ritrovano a Bac Ha, il più grande mercato della regione: gli Dzao rossi, neri e bianchi, i Thai, i Meo, i Hmong. Mercato settimanale di Bac Ha è una festa di colori e di costumi dei H’mong fioriti. A differenza di alcune città vicine dove le moto e le biciclette sono i mezzi preponderanti, gli abitanti della zona si muovono a cavallo. Inoltre, uno dei più grandi gruppi etnici del Vietnam e Meo (o Miao), popolazione migrata nel corso dei secoli dalla Cina. Sono sciamani e abili agricoltori, allevatori e tessitori. Gli eleganti abiti delle donne Hmong sono costituiti da corsetti, gonne e turbanti di canapa blu e sono impreziositi da importanti monili d’argento. È curioso scoprire come talvolta anche piccole differenze nell’abbigliamento consentano di identificare i diversi clan di appartenenza. Mercato di Can Cau : Questo è uno dei mercati all’aperto più grandi della regione, specializzato nella vendita di bestiame. Si trova 20km a nord di Bac Ha e solo 9 km a sud del confine cinese. Il mercato si tiene solo il sabato. Mercato di Lung Phin : Questo piccolo mercato si trova tra quello di Can Cau e la cittadina di Bac Ha. Mercato di Coc Ly : Questo mercato, che si svolge il martedì si trova a circa 35 km da Bac Ha. l mercato di Coc Ly attira ogni martedì numerosi H’mongs fioriti da tutta la regione per effettuare il baratto di gioielli d’argento e abiti ricamati e coloratissimi che essi stessi sfoggiano. La visita del mercato di Coc Ly è l’occasione per contemplare superbi paesaggi facendo una crociera sul fiume Chay e fare una bella escursione nei villaggi lungo il fiume. Inoltre, possiamo visitare la casa del Re dei H’mong Hoang A Tuong e fare una camminata al villaggio di Ban Pho e Phu La. E’ anche un sito ideale per il trekking

Ha Giang

PROVINCIA DI HA GIANG in Vietnam

È situata 290 km a Nord di Hanoi. Ha Giang, ultima frontiera del Vietnam settentrionale, si presenta come un paesaggio lunare di pinnacoli calcarei e affioramenti di granite. Sulla cartina, sembra sporgere come una bolla dentro la Cina meridionale, o almeno questo è il modo in cui la vedono I cinesi. L’estromo nord della provincial offer alcuni dei panorami più spettacolari di tutto il Vietnam et il percoso su strada che college Dong Van e Meo Vac è senz’altro un’esperienza eccitante per I motociclisti, mentre lo è un po’ meno per coloro che viaggiano in autobus. Potrebbe essere una delle destinazioni più frequentale di questa regione, ma è uno di quei rari luoghi in cui sono ancora richiesti dei permessi d’ingresso, e molti si lasciano scoraggiare dalle lungaggini burocratiche. Il mercato dell’amore di Khau Vai Khau Vai si trova circa 20km a sud-est di Meo Vac. A parte il paesaggio, la maggiore attrattiva di Ha Giang è il mercato dell’amore di Khau Vai, che si tiene ogni anno. Dimenticate il chiasso settimanale di Sapa : questo evento si tiene solo una volta l’anno e attira H’mong, Dao e Tay da tutta la regione. Il mercato dell’amore non è altro che una versione antica dei siti di appuntamenti. Autentici viveur, I simpatico abitani di Khau Vai si sono scambiati mogli e mariti in questo modo per almeno cento anni. I più giovani vengono per trovare un compagno o una campagna. Vecchie fiamme riaccendono le ceneri di una perduta passione. È un sistema di ricerca di un parther che funziona all’antica, com’era prima che internet lo rendesse molto più facile. Tuttavia, questo mercato non è aperto agli occidentali. Si svolge il ventisettesimo giorno del terzo mese lunare, il base al calendario vietnamita. Per quanti non hanno dimestichezza con questo calendario, si strada di in periodo normalmente compreso tra la fine di aprile e la metà di maggio : in sostanza, tre mesi dopo il Tet (il Capodanno vietnamita).

Cao Bang

Cao Bang

Da vedere a Cao Bang :

Hang Pac Bo ( Grotta della Routa Idraulica)

La Hang Pac Bo (Grotta della Routa Idraulica) si trova a soli 3 km dal cofine cinese. Questa grotta è la zona circostante sono territorio sacro per I rivoluzionari vietnamiti. Da qui, il 28 gennaio 1941, Ho chi Minh Rientrò in Vietnam pronto a guidare la rivoluzione che aveva progettato nei suoi 30 anni di esilio. Un museo dedicato a Ho Chi Minh si trova all’ingresso della zona di Pac Bo. Hang Pac Bo si trova circa 60 km a nord-ovest di Cao Bang, calcolate tre ore per il viaggio di andata e ritorno in macchina, più un’altra ora e mezzo per esplorare il posto.

Cascata di Ban Gioc

È una delle cascade più famosedel Vietnam. Il nome Ban Gioc deriva dalle lingue parlate dalle popolazioni che abitano le montagne nella regione, è a volte viene pronunciato Ban Doc. La cascata è la più larga, sebbene non la più alta del paese. Il salto verticale è di 53 m, ma ha una larghezza di ben 300m, un’estremità delle cascade ricade un territorio cinese, l’atra in quello vietnamita. Il volume d’acqua varia considerevolmente dalla stagione secca a quella delle piogge : più imponenti da maggio a settembre, ma noutare in questo periodo nelle pozze al di sotto della caduta d’acqua può essere difficile a causa dela corrente.

Grotta di Nguom Ngao : Questa è una delle grotte più spettacolari nel Nord-est del Vietnam, a 2 km dalla cascata di Ban Gioc.

Lago di Ba Be

Lago di Ba Be

La leggenda dell’isola della Vedova Un minuscolo isolotto al centro dei laghi di Ba be è all’origine di una leggenda locale. Il popolo tay racconta che ciò che oggi si presenta come un lago un tempo fosse un terreno agricolo, e in mezzo a questo sorgesse un villaggio chiamato Nam mau. Un giorno gli abitani di Nam Mau trovarono un buffalo che vagava per la vicina foresta. Lo catturarono, la macellarono e lo divisero tra loro, escludendo però dalla spartizione un’anziana vedova. Sfortunatamente per loro, non si trattava di un bufalo qualunque : l’animale apparteneva al fantasma del fiume che, quando non lo vide tornare a casa, si presentò al villaggio travestito da mendicante. Chiese del cibo agli abitanti del villaggio, ma questi si rifiutarono di dividere la carne di buffalo con lui, e lo cacciarono dal banchetto. Solo la vedova fu gentile, offrendogli da mangiare e una sistemazione per la notte. Quella notte il mendicante disse alla vedova di raccogliere delle bucce di riso e di spargerle sul terreno intorno alla sua casa. Più tardi iniziò a piovere, e ben presto ci fu un’inondazione. Gli abitanti del villaggio annegarono tutti e l’alluvione spazzò via case e fattorie, dando origine ai Laghi di Ba Be. Si salvo solo la casa della vedova : appunto quelle che ora si chiama Po Gia Mai (sola delle vedova). Due di questi laghi sono separate da un corso d’acqua un centinaio di metri, ditto Be Kam, che scorre stretto tra alte pareti di gesso. Thac Dau Dang (Cascata di Dau Dang) è formato da una serie di spettacolari cascatelle tra ripide pareti rocciose, ed è accessibile con un’escursione du una giornata in barca e a piedi. Parco nazionale di Ba Be Il parco Nazionale di Ba Be si estende nella provincial di Bac Kan, non lontano dai confine delle province di Cao bang e Tuyen Quang.

Baia di Halong

La baia di Halong

La splendida Baia di Halong, costellata da 3000 isole che si innalzano dalle acque verde smeraldo del Golfo del Tonchino, è una delle meraviglie naturali del Vietnam. Sugli isolotti troverete innumerevoli spiagge e grotte scavate dal vento e dal mare, la più spettacolare delle quali è quella di Hang Dau Go, costituita da tre ampie cavità. Il nome Ha Long significa ‘luogo dove il drago si è inabissato nel mare’, e si riferisce a una leggenda in cui si narra di come un simile animale fantastico abbia creato la baia e le isole dimenando la sua coda. Si dice poi che una leggendaria creatura marina, il Tarasco, frequenti le acque della baia.
La principale attività turistica della zona è naturalmente la visita della baia. Se desiderate vedere molte cose, optate per una barca veloce. Se invece preferite un’esperienza romantica e siete disposti a fare un’escursione più limitata, cercate una delle vecchie giunche: sarete obbligati a noleggiare l’intera imbarcazione ma non vi sarà difficile trovare persone con cui dividere i costi. La città più importante delle regione è Halong City, divisa in due parti. Halong City Ovest, costruita su un’isola, è sicuramente più pittoresca di Halong City Est, sulla terraferma.